Spirits

Irish Whiskey, è boom!

Il whisky irlandese è risorto nel 21 ° secolo, con il Distilled Spirits Council che ha registrato una crescita delle vendite in America di oltre il 900% dai primi anni 2000, e l’Irish Whiskey Association prevede che quest’anno vedrà le esportazioni di whisky irlandesi legare o superare quelle del settore picco della metà del XIX secolo.

A braccetto con la rinata popolarità del whiskey irlandese è stato il boom della costruzione di distillerie sull’Isola di Smeraldo. Mentre nel 2005, l’isola aveva solo tre distillerie di whiskey funzionanti (tra cui Bushmills dell’Irlanda del Nord) , oggi ne ha 25 e la maggior parte di queste sono diventate operative solo negli ultimi anni.

Questa crescita esplosiva ha scosso il commercio del whiskey irlandese al suo interno, con vecchi marchi venerabili che hanno trovato nuove case e nuove proprietà. Famosi per il loro whisky scozzese, William Grant & Sons ha acquistato Tullamore Dew e l’ha portato nella città di Tullamore e in una nuova distilleria nel 2014; Brown-Forman, produttore di bourbon, raccolse Slane Irish Whiskey e costruì loro una distilleria nel loro omonimo castello nel 2017.

Ma forse più interessante è l’ondata di veri nuovi arrivati, alcuni dei quali hanno bottiglie sugli scaffali che sono già un mito per gli amanti del whiskey. Ecco un assaggio della nuova scena di distillazione irlandese.

Dublin’s Liberties Four

La maggior parte dei visitatori in Irlanda è probabile che vedano una distilleria di whiskey solo se si trova a Dublino, nel qual caso vedranno assolutamente uno dei nuovi stabilimenti, è possibile vedere tutte e quattro le distillerie di whisky a Dublino in un solo (lungo, alcolico) giorno, dato che si trovano tutti nello stesso distretto, The Liberties.

La distillazione è scomparsa del tutto dalla città negli anni ’70, quando il crollo del whisky mondiale ha toccato il minimo e Jameson è stato spostato nella sua attuale casa nella contea di Cork (la struttura di Jameson Bow Street è essenzialmente un museo e non produce alcolici) . Questa tendenza si è invertita per la prima volta quando Teeling Whiskey Company (TWC) ha fatto scattare le loro foto nel 2015. Iniziato da due rampolli di una delle principali famiglie di whisky irlandesi, Jack e Stephen Teeling, sono uno dei pochi marchi in Irlanda con una gamma completa di irlandesi whisky: blended, single grain, single malt e single pot still.

La TWC arrivò per prima, ma c’erano altri che lavoravano alla costruzione di una distilleria a Dublino all’inizio del 2010, quindi presto si fecero compagnia. Nel 2017 Alltech ha aperto la sua Distilleria Pearse Lyons, situata in una pittoresca chiesa sconsacrata praticamente dall’altra parte della strada rispetto al Guinness Storehouse, nel 2017; la Dublin Liberties Distillery, sede dei whisky The Dubliner e Dublin Liberties, ha iniziato a creare liquori a marzo 2019. A seguito dei Dublin Liberties è arrivata l’apertura della nuova casa di Roe & Co. nell’estate 2019, proprio in fondo alla strada da Pearse Lyons.

The West Country

La bellezza della costa atlantica dell’Irlanda è una delle principali attrattive turistiche del paese, con persone che si affollano in luoghi come Galway e Dingle per il panorama. Accade così che a Dingle il paesaggio non sia l’unica cosa da vedere a livello locale.

Dingle Distillery

Dingle Distillery è stata una delle prime ad aprire nel risveglio del 21 ° secolo, a partire dalla produzione di vodka e gin nel 2012. Il loro primo whisky single malt è uscito, dopo alcuni anni di invecchiamento come richiesto dalla legge irlandese, nel 2016.

Un whisky speziato prodotto in alambicchi di rame da un mosto di orzo maltato e non maltato, il single malt vide ancora la sua produzione in una sola distilleria, quando l’industria raggiunse il fondo negli anni ’70: New Midleton, casa di Jameson. Quindi, per impostazione predefinita, tutto il pot whisky era “singolo” . Almeno così è stato fino a quando Dingle si è unito al club, e quel club è cresciuto costantemente da allora.

Connacht Whiskey Company

All’altra estremità del paese, nell’estremo nord-ovest dell’Irlanda, si trovano la Contea di Mayo e la Connacht Whiskey Company. A partire dal 2016, producono whisky, vodka e gin.

Le distillerie continuano a spuntare in tutta l’Irlanda e con loro arrivano nuovi spiriti bianchi e, qualche anno dopo, nuovi whisky. Clonakilty era la ventitreesima distilleria irlandese, inaugurata a marzo 2019. Situate a Clonakilty (spesso abbreviata in “Clon”) nella contea di Cork, si trovano al centro del paese del whisky d’Irlanda e hanno il gigante di New Midleton come vicino. Come molte nuove distillerie, stanno iniziando a produrre gin; a differenza della maggior parte delle nuove distillerie in Irlanda, per il momento stanno concentrando la loro produzione di whiskey solo su un solo alambicco.

Killowen Distillery

Killowen Distillery ha iniziato la produzione solo un paio di settimane dopo Clonakilty, diventando il 24 ° distillatore funzionante di Hibernia. Killowen è a Newry, nell’Irlanda del Nord. Hanno un bel paio di alambicchi, realizzati da Hoga del Portogallo, scaldati direttamente in modo antico (la maggior parte degli alambicchi oggi sono riscaldati a vapore) e dotati di vasche a vite in rame vecchio stile. Si tratta di una configurazione piuttosto divergente rispetto alla solita e tipicamente tripla serie irlandese di alambicchi, ed è progettata per produrre uno spirito più pesante e robusto.

Roe & Co. detiene attualmente il titolo della più recente distilleria in Irlanda, ma non per troppo tempo. Gli osservatori della scena del whisky irlandese prevedono che il numero di distillerie attive aumenterà da 25 a 30 entro la fine dell’anno.


leggi l’articolo originale qui:https://chilledmagazine.com/top-5-new-irish-distilleries


starbarman ads